http://www.cambiamolanostraitalia.org/

mercoledì 30 agosto 2017

L’arrivo dei Robot nel lavoro al posto delle persone cosa causerà? (3° parte – l’intelligenza artificiale)

Terza parte del post “L’arrivo dei Robot nel lavoro al posto delle persone cosa causerà?” (L’arrivo dei Robot...1° parte  L’arrivo dei Robot...2° parte
   
Oltre ai robot meccanici che potranno sostituire operai ed operatori, bisogna tener conto anche dei grandi passi avanti che sta facendo il progresso dell’intelligenza artificiale, quindi di robot capaci di agire e prendere decisioni. Questo vuol dire che saranno a rischio anche i posti di lavoro di impiegati, soprattutto nel campo finanziario. Quindi dobbiamo aspettarci che le persone che operano sui mercati finanziari verranno presto sostituite da questi robot con intelligenza artificiale che con i loro algoritmi sono capaci di elaborare migliaia di informazioni al secondo per decidere l’investimento migliore. 

Questo è solo un esempio dove si potrà utilizzare un robot con intelligenza artificiale. Ma ci sono molti altri svariati settori che saranno destinati a tale tecnologia, alcune dei quali positivi nel campo per esempio nell’aiuto delle persone anziane, dei malati, dei disabili e casi simile, o ancora nel campo medico per la diagnosi delle malattie, altri settori invece negativi quali la produzione dei poliziotti robot ed ancor peggio dei soldati robot (un esempio sono i droni armati già utilizzati in alcune missioni militari) con il rischio di “gettare” il mondo in un caos senza ritorno!

Quindi l’avvento futuro dei robot non comporta solo il rischio di far perdere il lavoro a milioni e milioni di persone, ma costituisce anche un “incognita” negativa della sopravvivenza della stessa specie umana! 

A conclusione di questa terza parte del post, riprendendo sempre il discorso dal punto di vista lavorativo ed economico, c’è un’altra incognita che è quella delle pensioni…!!!
Infatti oltre al rischio che milioni di persone potranno ritrovarsi senza lavoro, di conseguenza le pensioni che fine faranno?
Ci saranno persone che non lavorando rischieranno di non percepire nessuna pensione o tutta al più la misera pensione sociale, mentre per le persone che sono già in pensione da dove si attingeranno i fondi per pagarle???                 Dal reddito e dal versamento dei contributi dei robot?

Alle “grandi menti” la risposta…!!!


   
Cambiamo La Nostra Italia                                                                                                    Roberto Di Stefano

giovedì 24 agosto 2017

L’arrivo dei Robot nel lavoro al posto delle persone cosa causerà? (2° parte)

Ormai siamo alla ripresa dell’attività lavorativa dopo le vacanze di ferragosto, per chi le ha già fatte, e per le aziende che già dalla prossima settimana riaprono i cancelli, speriamo tutte. Quindi, continuando il discorso del mese scorso (L’arrivo dei Robot nel lavoro al posto delle persone cosa causerà?), dell’avvento dei robot in ambito lavorativo, possiamo affermare che sarà anche vero che l’utilizzo della robotica, dell’avvento dell’intelligenza artificiale e l’automazione nel complesso aumenterà la produzione industriale, di fatto con l’utilizzo dei robot la catena produttiva può non avere sosta e lavorare di continuo H24 e 365 giorni all’anno!    
    
A questo punto, però la domanda nasce spontanea…. 
     
Chi comprerà tutto quanto prodotto dalle macchine automatizzate o meglio dai robot?
Non potranno di certo essere gli stessi robot a comprare ciò che loro stesso producono… auto e altri mezzi di autotrasporto, elettrodomestici, dispositivi elettronici e tecnologici, prodotti alimentari, aggeggi ed aggeggini vari utili e futili……oltre alla produzione ed al confezionamento dei prodotti alimentari. 

Ma non saranno nemmeno i milioni di disoccupati che “produrrà” la robotizzazione del lavoro, perché tutte queste persone senza lavoro, non avendo un salario dove attingere denaro, cosa potranno mai comprare? Già avere qualche spicciolo di soldini per comprare il necessario per mangiare sarà un “miracolo”!  
    
Potranno permettersi di comprare solo i pochi ricchi e benestanti nel mondo……
ma cosa se ne faranno ciascun ricco di 10 ferrari, 10 lamborghini, 100 ville di lusso, 1000 iPhone, ecc… ecc…, di certo non potranno utilizzarli tutti insieme allo stesso tempo???  

Si arriverà ad un certo punto che si avranno tanti quei prodotti di valore e non, utili e non, che non potranno essere acquistati da nessuno, o meglio dalla parte più numerosa e più rilevante della popolazioni rappresentati dai cittadini “normali”, non essendoci denaro in circolazione, e la quasi totalità di questi prodotti resteranno stoccati nei magazzini, perché l'offerta surclasserà completamente la domanda, causando un disastroso debacle del mercato....ai danni non solo delle persone che non hanno più un lavoro e un reddito per poter acquistare, ma soprattutto delle stesse grandi aziende robotizzate che si ritroveranno con tanti di quei prodotti invenduti, con il rischio di provocare un vero e proprio fallimento economico e societario mondiale!!!

Cambiamo La Nostra Italia
Roberto Di Stefano