http://www.cambiamolanostraitalia.org/

venerdì 25 settembre 2015

Internet mobile wireless 3G LTE 4G – L’inganno del “razzo senza carburante”

Ecco il post che vi avevo preannunciato in quello precedente (da MAXXI ALICE 150 a MAXXI ALICE 100 NEW) sulle offerte di internet mobile superveloce, il famoso 4G indicato anche con il termine LTE (Long Term Evolution), anche se è impropriamente sbagliato identificare la tecnologia LTE come 4G, perché LTE si può dire che è un pre-4G cioè una via di mezzo tra 3G e 4G, mentre il 4G è un LTE Avanzato cioè una tecnologia di trasmissione mobile wireless a banda larga ancora in fase di ulteriore sviluppo molto più potente dell’appunto LTE (link definizione LTE da Wikipedia).
Dopo questo piccolo appunto sull’LTE ed il 4G, spiego il perché nel post precedente (da MAXXI ALICE 150 a MAXXI ALICE 100 NEW) ho scritto che le offerte delle compagnie telefoniche, per l’utilizzo di internet mobile a banda larga sono al quanto ridicole e delle prese in giro nei confronti degli utenti.
Ben venga questa tecnologia se permette di velocizzare l’uso della rete, l’accesso ai contenuti, la velocità di comunicazione e trasmissione, ma se poi le compagnie telefoniche mettono dei limiti sulla quantità dello scambio di dati, alla fine risulta evidente che le offerte wireless a banda larga per l’utilizzo della rete mobile sono limitative e restrittive nei confronti anche della tecnologia stessa.
Vediamo il perché di questa affermazione.
Per iniziare, riassumo in queste immagini di screenshots alcune offerte internet mobile attuali (settembre 2015) per profili ricaricabili dei gestori principali TIM, VODAFONE, WIND  e TRE Italia che sono le seguenti:

screenshot di TIM (1)

screenshot di TIM (2)

screenshot di VODAFONE

screenshot di WIND

screenshot di 3 Italia

Come si può notare dalle immagini di sopra TIM, VODAFONE e WIND ormai hanno completamente abolito dai loro listini le tariffe opzioni internet a tempo, mentre offrono solo opzioni internet mobile a volume, come 1 o 2 o 3 o 5, ecc….  Gigabyte (GB) al mese, mentre tra i big solo 3 Italia offre sia l’opzione a volume in GB che a tempo.
Sul mercato troviamo comunque operatori di telefonia mobile minori quali PosteMobile ed altri che offrono, come la 3 Italia, anche loro delle offerte di internet a tempo.
La differenza, trai due tipi di offerte di internet mobile a banda larga wireless a volume ed a tempo è notevole e non solo dal punto di vista economico ma soprattutto dalle limitazioni dell’una e/o dell’altra opzione.
L’inganno sta però nelle offerte di internet mobile wireless a volume.
Nell'offerta a tempo, una volta terminato i minuti non puoi più utilizzare internet mobile fino al prossimo rinnovo, altrimenti continuando la navigazione, oltre le ore/minuti previsti, verrebbe applicata la tariffa oraria di connessione, economicamente svantaggiosa. Il vantaggio però è che non si ha limiti nello scambio di volume di dati in download/upload durante le ore di navigazione acquistate, <cosa non da poco>. 
Nell’offerta a volume invece, la navigazione è illimitata, finto vantaggio, dando l’illusione di avere un internet senza fine…., invece? Non è proprio così, perché la navigazione a volume sfruttando la velocità del 3G, LTE e 4G è tale solo fino al raggiungimento della capacità di 1GB, 2GB, 3GB, ecc… a seconda dell’offerta attivata, ma alla fine del/dei GB consumato/i, si potrà ancora, si navigare in internet, ma come riportano le note delle varie offerte, la velocità viene ridotta a 32KB fino al prossimo rinnovo. Questo significa che in un offerta a volume di internet mobile wireless si passa dalla velocità elevata del 3G, LTE e 4G ad una velocità “quasi statica” qual’è appunto quella dell’ormai surclassato GPRS (32KB) tecnologia che gli smartphone di oggi praticamente non riconoscono nemmeno impedendo di fatto la navigazione, questo perché l’apertura di una pagina web di oggi richiederebbe con una connessione a 32KB molto tempo, visto ormai il peso notevole attuali delle pagine di internet con tutti i contenuti interattivi presenti e banner pubblicitari visibili più quelli in background, pagine web, sempre più multimediali, che vengono sviluppate ed adeguate in base alla tecnologia che si evolve rapidamente giorno per giorno.
Scusate se è poco, ma per me questa è un enorme differenza e rappresenta un inganno nei confronti dell’utenza.
L’unico vantaggio per la connessione a volume è che possibile stare sempre connessi con uno smartphone, anche se dopo la fine dei GB disponibile risulterebbe difficile utilizzare internet.
Mentre utilizzando un modem o un router mobile USB per collegare un PC, dopo la fine del volume in GB disponibile praticamente diverrebbe impossibile navigare nel web.  

E’ come avere una Ferrari che va a 300 Km orari e che in teoria per percorrere la distanza da Roma a Milano (più o meno 500 Km a seconda della strada che si prende) dovrebbe impiegarci teoricamente al massimo solo due ore. Ma se nel serbatoio della Ferrari si possono mettere solo 10 litri, tra soste per il rifornimento o addirittura fermata obbligatoria per strada a causa della fine del carburante, allora la destinazione diverrebbe un miraggio……

Così sono le offerte di internet mobile wireless a volume di oggi, si sono veloci, ma rischiano di lasciarti per strada………. cioè di “partire come un razzo ma di finire come un …….” vabbè…. spero l’immagine seguente rende bene l'idea......


Infatti, con la connessione a banda larga wireless LTE e 4G, potendo navigare più velocemente, quindi aprire più pagine web in un minuto rispetto comunque anche alla veloce connessione 3G, il raggiungimento del volume in GB dell’offerta acquistata avverrebbe molto prima del prossimo rinnovo. Questo consumo veloce di GB è dovuto anche, come già accennato sopra, che più si va in avanti con la tecnologia più la rete si adegua con pagine web sempre più pesanti e sofisticate. Già oggi le pagine di internet “pesano” qualche Megabyte, perché più ricche di contenuto multimediale e banner pubblicitari invasivi e performanti, rispetto al passato, quando c’era la connessione analogica tramite modem 56K e GPRS, dove una pagina internet pesava al massimo qualche decina di KB.
Ed ancora un'altra causa che provoca il consumo anzitempo dei GB delle offerte a volume è dato dalla possibilità di poter condividere la connessione mobile wireless con più dispositivi, utilizzando un modem-router 3G o 4G, oppure lo stesso smartphone 3G o 4G come hotspot/tethering.
Ma di motivi e cause che portano al consumo veloce dei GB disponibili ce ne sono molti altri, come l’utilizzo dei “cloud” le famose nuvole virtuali per conservare i propri file sui server della rete, dello spazio gratuito messo a disposizione da Google, Microsoft, Tim, ecc…, per poter accedere a questi nostri file in qualunque momento e da qualunque luogo basta un dispositivo collegato ad internet. Il download ed upload farebbero consumare abbastanza velocemente i GB a disposizione.
Il download delle App per gli smartphone ed i programmi per i PC, la condivisione di file, la pubblicazione di file sui social network, sono altre cause di consumo immediato del volume di dati acquistato.
E per finire, come ultimo e non perché meno importante anzi….., è che avere solo 1GB a disposizione, o 2 o 3 GB, ecc…, non serve a nulla per chi utilizza la connessione mobile per vedere i video di youtube, oppure rivedere i filmati di Rai Replay, di rivedo di Mediaset, o ancora SkyGo, TimVision di TIM/Telecom, Infinity, ecc…, perché basterebbe qualche ora o al massimo qualche giorno che i GB finirebbero in un battibaleno, e non credo che poi alla velocità di 32KB si riuscirebbe a vedere qualcosa…. tranne un miraggio…… (come la ferrari dell'esempio precedente o del razzo senza carburante dell'immagine visto sopra)!
Non dimentichiamo inoltre che con la connessione 3G LTE e 4G, oltre a vedere i contenuti video sopra menzionati, e possibile seguire in streaming la TV ed altri contenuti in diretta via web sia sugli smartphone che sui PC, quali le stesse reti Rai che trasmettono i loro contenuti su rai.tv, quindi seguire in diretta il TG, rubriche e trasmissioni varie, ecc….!
Ma che servirebbe se poi finisce subito “il carburante” e non si arriva alla fine?

Ah… proposito della TV tramite smartphone e PC, ricordate che dovete pagare il canone...!!!   (Canone TV - Abbonamento RAI)

Infine, termino questa lunga descrizione sulle connessione di internet mobile, riallacciandomi di nuovo al post precedente da MAXXI ALICE 150 a MAXXI ALICE 100 NEW, dove quello che ho scritto spiega il perché la TIM mi ha cambiato l’offerta a tempo da Maxxi Alice 150 a Maxxi Alice 100 New nel tentativo che io rinunciassi all’offerta a tempo della Maxxi Alice per attivare la “fregatura” di una delle offerte a volume. La conferma delle LORO vere intenzioni di volermi fare disattivare Maxxi Alice è dato proprio stranamente da un messaggio ricevuto l’altro giorno il 23-09-2015, sia sulla mia pagina personale web  di TIM e sia come SMS ricevuto sulla SIM (vedere le immagini di screenshots sotto)

screenshots dalla mia pagina  personale web di TIM

screenshots della mia chiavetta internet dell'SMS di TIM

dove per la prima volta, “con tanta premura” danno indicazione come disattivare Maxxi Alice 150 (ma non ho capito…... o meglio LORO la TIM non hanno capito che adesso la mia è Maxxi Alice 100 New e non più Maxxi Alice 150!!! Nemmeno LORO ci capiscono più nulla….). La domanda nasce spontanea……. ma chi sa perché però non trasmettono l’SMS per la disattivazione quando attivano di nascosto i servizi a contenuto a pagamento non voluti di cui ho già scritto in questi post:

PS: chicca finale: l’ennesimo raggiro si è materializzato, le offerte mobile di adesso non hanno più la scadenza dei 30 giorni ma 4 settimane (28 giorni), vedi sopra gli screenshots di TIM, di cui avevo preavvisato nel post di luglio (Imminente raggiro da parte degli operatori di telefonia mobile). Quindi in un anno si sborserà un mese in più per l’offerta attiva, perché i gestori più noti di telefonia mobile guadagnano poco...... ed hanno bisogno di un nostro "obbligatorio" aiuto...... 
come si dice…... piove sempre sul bagnato!!!
Però bisogna fermarli.... per questo vi invito a firmare la petizione lanciata da Grazia Molino per la raccolta di firme su change.org a questo link "No" alla tredicesima sulle tariffe dei cellulari.

Alla prossima  

Cambiamo la Nostra Italia

Roberto Di Stefano