http://www.cambiamolanostraitalia.org/

venerdì 8 novembre 2013

La BCE abbassa i tassi al 0,25% - A chi giova tutto questo?

Notizia di ieri 7 novembre è la decisione a sorpresa della BCE di abbassare il costo del denaro ancora una volta, portandolo allo 0,25%. L’ultima intervento della BCE era stato il maggio scorso con la riduzione del tasso di riferimento al 0,50%.
In teoria questo abbassamento dovrebbe favorire una “certa” ripresa… sarà così?
Però a vedere gli effetti economici e finanziari successivi all'abbassamento dei tassi della BCE del maggio scorso, gli unici vantaggi sono andati come al solito alle banche. Succederà la stessa cosa anche stavolta?
Probabilmente sarà proprio così, come sembra che abbia fatto capire lo stesso Mario Draghi presidente della Banca Centrale Europea, che teme che sulla crescita dell’eurozona pesano rischi al ribasso, quindi l’intervento è stato necessario per rafforzare la solidarietà delle banche dell'eurozona.
Quindi ancora una volta è un intervento a favorire le banche dell’eurozona, che continuano a fare operazioni finanziarie di acquisto di titoli di stato ed altre….., che piuttosto concedere crediti alle imprese o prestiti alle famiglie.
A questa punto la domanda nasce spontanea……
Si diceva fino a poco tempo fa che a preoccupare l’Europa era rimasta solo l’Italia (escludendo la Grecia) perché non c’erano stati e non si vedono tutt'oggi segnali di ripresa, mentre anche la Spagna “sembra”, così ci viene detto, che stia uscendo fuori dalla crisi….. 
Ed allora come mai questa decisione improvvisa di ridurre ulteriormente il tasso allo 0,25%???
Lo si fa solo per l’Italia???
O c’è altro???
Notizia poi di oggi, il giorno dopo la riduzione del costo del denaro allo 0,25%, è che Standard & Poor's ha tagliato il rating sul debito pubblico a lungo termine della Francia da AA+ ad AA.
Coincidenza?
Oppure non ci dicono tutta la verità che ci sono paesi che stanno come noi e forse anche peggio di noi?
E’ che la stessa Germania cominci a risentirne di tutta questa “Austerità” che ha voluto fortemente, forse per avvantaggiarsi ed ora gli si sta ritorcendo contro?
Infine, ma questi paesi osservano ed applicano quanto previsto nel Fiscal Compact? Oppure le regole valgono solo per l'Italia, Grecia, Spagna e qualche altra nazione?

A che gioco si sta giocando?
A chi giova tutto questo?

Dite la vostra!

Per Cambiare la Nostra Italia

Roberto  

0 commenti:

Posta un commento