http://www.cambiamolanostraitalia.org/

martedì 20 maggio 2014

Berlusconi, 80 euro ed elezioni Europee (terza parte)

Nei due post precedenti ho scritto quanto è successo fino adesso in questo mese di maggio, vediamo adesso quello che succederà.

Gli 80 euro vi dicono qualcosa?
E’ la promessa dell’attuale presidente del Consiglio Matteo Renzi, che dovrebbe materializzarsi in questo mese, tra pochi giorni, nella busta paga per circa 10 milioni di lavoratori dipendenti, che guadagnano non più di 25.000 euro annui e/o non percepiscono una busta paga mensile superiore a 1.500 euro al mese!!!!
Se ci fate caso, ho “volontariamente” tralasciato di specificare se gli importi appena citati sono lordi o netti…. Il motivo è semplice, perché fino alla fine dello scorso mese di aprile, quando si discuteva a chi sarebbero andati questi “famosi” 80 euro nessuno è stato molto chiaro a riguardo. Infatti seguendo le varie interviste di politici, nei talkshow televisivi ed ai giornali radio e tv, si pronunciavano in maniera vaga……. Qualcuno diceva che gli 80 euro spettavano a chi guadagnava 1.500 euro netti al mese (ovvio che era sbagliato, perché 1500 euro netti al mese sarebbe già un buon stipendio), altri davano solo i numeri riferendosi ai 1.500 euro senza specificare se lordi o netti per non sbagliarsi…….., ed altri ancora si riferivano al reddito annuo di 25.000 euro senza sbilanciarsi anche loro se lordo o netto.
Stesso errore di "dimenticanza", chi sa se volontariamente o involontariamente, nel precisare se gli importi di 1.500 euro al mese e/o 25.000 euro di reddito all'anno, erano lordi o netti, è stato fatto anche da alcune testate giornalistiche di rilievo.
Solo negli ultimi tempi qualcuno ha corretto un po’ il tiro ed è stato più preciso.
“Uno” però è stato molto chiaro a riguardo dal principio, cioè proprio il premier Renzi che nelle interviste che ha rilasciato nel mese precedente, riferendosi agli 80 euro, aveva detto che sarebbero toccati a chi guadagnava meno di 1.500 euro lordi al mese o che non superava i 25.000 euro lordi annui.
Ed è proprio Il reddito annuale quello preso in considerazione per determinare a chi dare questo “bonus” in quanto più veritiero come parametro e non la busta paga mensile. 
Proprio a riguardo, è meglio precisare che gli 80 euro sarà il “bonus” massimo per chi ha un reddito fino a 24.000 euro lordi annui, mentre man mano diminuisce con i redditi fino a 26.000 euro lordi annui, e quindi molti lavoratori prenderanno molto di meno se non proprio un elemosina se gli 80 euro saranno lordi anche “loro”, altra cosa che non è stata detta e chiarita, quindi da verificare.
Vabbè ormai ci siamo, il 27 del mese è vicino, manca giusto una settimana, e sapremo la verità.

Ed inoltre, in conclusione di questo post, speriamo che questo “bonus” che sarà dato con la mano sinistra non venga poi prelevato, nei mesi a venire, con la mano destra, con altre imposte o balzelli  di vario tipo, o con l’aumento di tasse già esistenti! Ovviamente, se succedesse quest’ultima cosa appena menzionata, sarebbe una “doppia fregatura – cornuti e mazziati” per chi invece non ha ricevuto il bonus, soprattutto i poveri pensionati!

Continua………….Berlusconi, 80 euro ed elezioni Europee (quarta ed ultima parte)   


Dite la vostra!

Per Cambiare la Nostra Italia


Roberto Di Stefano  

0 commenti:

Posta un commento