http://www.cambiamolanostraitalia.org/

venerdì 22 luglio 2016

Servizio VOP, Contenuto a pagamento su smartphone e tablet attivato con un “click” su Facebook – Blocco di tutti i servizi a contenuto a pagamento su WIND

Ancora una volta sono qui a parlare dei servizi a contenuto a pagamento che si attivano con una “semplicità unica” sui dispositivi mobili.
Il servizio in questione è denominato  VOP, ed è stato attivato il mese scorso, esattamente il 10 giugno (immagine 1 sottostante), su una mia sim di Wind data a mia sorella, perché avevo attivo internet in promozione, sul suo smartphone.   

Immagine 1-attivazione servizio VOP_10-06-2016

Poiché è una mia SIM che ricarico online personalmente, controllo periodicamente il credito tramite l’App di Wind sul mio smartphone, quando all’inizio di luglio (domenica 3 luglio) mi sono accorto che non c’era più credito, subito ho avuto il dubbio che qualche servizio di contenuto a pagamento si era “miracolosamente” attivato.
Ho controllato lo smartphone di mia sorella, ed ho trovato un SMS che riportava l’attivazione del servizio VOP il 10 giugno scorso, con rinnovo settimanale al costo di “ben” 7 euro (immagine 2 sottostante)       

Immagine 2-rinnovo settimanale servizio VOP_17-06-2016

Il rinnovo si era fermato al 17 giugno, mentre il 24 giugno ed il 1 luglio non c’è stato il rinnovo per mancanza di credito.

Subito ho chiamato il numero di telefono 02-87186015 riportato nel SMS di attivazione e rinnovo del servizio VOP, mi ha risposto un operatore a cui ho chiesto spiegazioni sul servizio a contenuto a pagamento attivato, l’operatore mi ha risposto, devo dire il vero in maniera molto cordiale e disponibile, che il servizio VOP è stato attivato su Facebook con un click. Mi è sorto il dubbio che probabilmente era stata mia nipote che ha forse preso per un attimo il cellulare della mamma (mia sorella) con Facebook aperto ed in quella schermata avrà cliccato qualcosa. Indipendentemente se c’è stato o non c’è stato questo “click”, ho detto all’operatore che non è possibile ma soprattutto è assolutamente scorretto attivare un qualsiasi servizio a pagamento con un click, che può essere anche ad opera di qualche “software maligno”, mentre l’onesta e la coscienza di una persona corretta, in questo caso di una società, che deve chiedere l’immissione del numero di cellulare per identificarne il proprietario della SIM tramite l’invio di un SMS dove si avverte che si sta attivando un servizio a pagamento rispondendo “SI” all’SMS di avviso. Su questo fatto l’operatore si è trovato a disagio non sapendo dare una risposta esaustiva ma in un certo senso ammettendo indirettamente che purtroppo queste società non operano come l’onestà vorrebbe ma operano in maniera truffaldina.
L’operatore ha provveduto a disattivare il servizio a pagamento VOP (immagine 3 sottostante) dicendomi che avrei potuto farlo anche personalmente dal link http://www.disattivati.it/       

Immagine 3-servizio VOP disattivato_03-07-2016
  
Inoltre, l'operatore mi ha informato come  procedere al rimborso tramite il sito http://www.rimborsi.mobi/ (immagine 4 sottostante) compilando con i dati richiesti ed il metodo di rimborso preferito (io ho scelto PayPal poiché non era previsto il rimborso diretto come credito sulla SIM di Wind).    

                                    Immagine 4-conferma disattivazione e richiesta rimborso

Fatto questo ho chiamato anche il numero di assistenza di Wind il 155, per chiedere di questo servizio che mi era stato attivato, comunicandogli che comunque avevo già provveduto a disattivare ed a chiedere il rimborso. L’operatrice della Wind mi ha detto che non era colpa della Wind, però il numero di cellulare da qualche parte “queste società truffaldine” lo prendono altrimenti non si spiegherebbe come fanno a sapere il numero della SIM, in questo caso quando uno si trova e clicca qualcosa su Facebook!
L’operatrice della Wind pur confermandomi che loro non avevano colpe mi ha rimborsato di 7 euro (immagine 5 sottostante)    

Immagine 5-rimborso da wind_03-07-2016

questo mi ha sorpreso, perché al contrario la TIM con cui ho avuto moltissime fregature di questi servizi a contenuto a pagamento (di cui di seguito trovate i link) e non mi hanno mai rimborsato un centesimo dico “1 centesimo di euro”! Quindi bravi in questo caso alla WIND abbasso la TIM!

Link dei servizi attivati su scheda SIM di TM:  

Visto poi la disponibilità dell’operatrice della Wind, ho chiesto il blocco totale delle attivazione dei servizi a contenuto a pagamento per evitare in futuro il ripetersi di “queste fregature”. Blocco che l’operatrice ha fatto subito (immagine 6 sottostante)      

Immagine 6-blocco servizi a pagamento su wind_03-07-2016

Per quanto riguarda il servizio VOP disattivato il 3 luglio, il rimborso è arrivato, su PayPal il 14 luglio (immagine 7 sottostante), un rimborso di 9 euro a fronte di 14 euro previsto, perché avevo chiesto troppo tardi la disattivazione e non nei primi 14 giorni previsti dall’attivazione.       

Immagine 7-rimborso VOP_03-07-2016

Per fortuna che comunque mi aveva anche rimborsato la Wind.

Quindi bisogna stare sempre con gli occhi aperti e controllare continuamente il credito anche se consiglio, come ho fatto io per WIND e TIM, chiedere il blocco totale di attivazione di questi servizi a contenuto a pagamento, che sono una vera e propria truffa, che gli enti preposti dallo stato italiano promettono sempre di voler affrontare ma <solo a parole e mai con i fatti>!

AGGIORNAMENTO 31.07.2016
Anche la Polizia Postale ha messo in guardia gli utenti di Facebook a non cliccare finestre ingannevoli per evitare l'attivazione di servizi a contenuto a pagamento indesiderati, questo è il link dell'articolo:
Facebook in balia delle truffe.......

Contro queste truffe il mio invito è quello a firmare le petizione per la raccolta di firme per mettere fine a queste furbirie:

petizione di Marco Claudio Negroni

petizione di Sergio Bellucci

Alla prossima  

Cambiamo La Nostra Italia

Roberto Di Stefano  

0 commenti:

Posta un commento