http://www.cambiamolanostraitalia.org/

lunedì 24 ottobre 2016

Aumenti Costi Bancari 2016 “per salvare le 4 banche fallite” – Nuovi costi BNL Revolution

Alla fine pagano sempre gli stessi…..” i cittadini”!
Perché scrivo questo?
Vi ricordate le quattro banche fallite, ETRURIA, MARCHE, CARIFERRARA, CARICHIETI, che hanno fatto perdere migliaia di euro a centinaia di risparmiatori, ma che sono poi state salvate, in un certo senso, dal governo Renzi e con l’aiuto anche degli altri istituti di credito italiani?
Appunto salvati…. Ma ancora una volta con i nostri soldi!
I responsabili invece non pagano mai….!
Sono i nostri soldi sia per quanto riguarda l’intervento del Governo sia per l’intervento degli altri istituti finanziari.
E’ proprio in quest’ultimo caso la prova è confermata, guarda caso la coincidenza negli aumenti, almeno nel mio caso, della tenuta e gestione dei costi del conto corrente bancario dal 2016.
Io ho un conto corrente BNL Revolution, il cui costo prima degli aumenti scattati il 1° luglio di quest’anno, era conveniente, adesso è una batosta. Mentre prima il costo prevedeva, oltre alla tassa di bollo trimestrale prevista per legge, altri soldi che vanno al governo……, un canone mensile di euro 4,90 addebitato solo al mese in cui veniva fatta un’operazione allo sportello senza limiti di operazioni poi in quel mese di addebito sempre allo sportello, mentre le operazioni online erano gratuite e c’era un costo solo relativo ai singoli bonifici.
Adesso? Dall’estate di quest’anno?
I costi sono aumentati sia come valori che come voci.
Infatti adesso il costo del conto corrente Revolution della BNL ha un canone mensile al mese per le operazioni che vengono effettuate allo sportello di euro 6,90 (non più euro 4,90), ed inoltre tale voce di canone mensile adesso è applicata anche alle operazioni di bonifici online (che fino al 30 giugno non c’era) ed il costo è di euro 4,00/mese (ridotto a euro 2,00 se è attivo l’accredito dello stipendio o una domiciliazione attiva di un’utenza), escluso il costo del bonifico che rimane a parte. 

NOTA: aggiornamento (29/10/2016) su nuovi costi tenuta conti online BNL Revolution. In riferimento ai costi di 2 e/o 4 euro/mesi sopra appena descritti, ho notato dal mio estratto conto che sono stati applicati comunque e indipendentemente se si fanno o no operazioni online, non ho fatto bonifici negli ultimi mesi. Nel mio caso pur avendo l'accredito dello stipendo e utenza Fastweb, la BNL mi ha comunque addebitato il costo di euro 2/mese senza aver fatto bonifici online nei mesi scorsi, quindi anche ciò che riporta il documento di comunicazione della BNL (immagine sotto) non è trasparente ma falso se mi sono comunque trovati tali addebiti fissi entrati in vigore dal primo luglio 2016.   

Di seguito trovate l’immagine dei nuovi costi del Conto BNL Revolution

Gli interessi che da la banca, nel mio caso la BNL, sono davvero irrisori, meno di 0,50 euro/trimestre, cioè meno di 2 euro/anno. 

Come la BNL però anche altri istituti di credito hanno aumentato i costi quest’anno, giustificando queste modifiche "secondo le loro ragioni" come aumento dei costi supportati! Ma quali costi se le operazioni sono tutte online...??? Se stanno addirittura provvedendo a chiudere sportelli fisici con conseguentemente riduzione del personale?
Però nelle settimane passate alcune trasmissioni hanno parlato di questi aumenti ed hanno scoperto che il tutto era riconducibile invece al salvataggio delle quattro banche “fallite – SALvate – RESUSCITATE” ancora una volta con i nostri soldi!!!

PS: purtroppo, possiamo cambiare banca o altro istituto di credito, ma siamo comunque "COSTRETTI ed ESTORTI" dallo Stato a tenere un conto obbligatorio per l'accredito dello stipendo o della pensione.

Questo purtroppo è la politica del governo italiano che ci amministra o meglio amministra i nostri soldi!


 Alla prossima  

Cambiamo La Nostra Italia
Roberto Di Stefano 


0 commenti:

Posta un commento