http://www.cambiamolanostraitalia.org/

giovedì 17 ottobre 2013

Ecco le cose che non funzionano in Italia e non solo – Stipendi (seconda parte)

Prosieguiamo il discorso sugli stipendi del post precedente Stipendi (prima parte)
Non solo nel pubblico ci sono stipendi elevati, nel privato la situazione è forse anche più accentuata, con manager ed amministratori delegati, di istituti di credito e di società S.p.A. che guadagnano davvero stipendi milionari rispetto alla maggioranza dei loro colleghi di lavoro nella stessa azienda inquadrati in categoria inferiore.
Uno su tutti, giusto per fare un esempio, è Sergio Marchionne amministratore delegato della FIAT S.p.A. che guadagna non so quanti milioni di euro all'anno  riferita alla parte intesa come stipendio. Che sia giusto che lui o altri come lui percepiscono stipendi così alti non lo so, so solo che c’è troppa iniquità. Infatti, invece un operaio metalmeccanico che lavora nella FIAT o in un’azienda dell’indotto per arrivare a guadagnare quello che guadagna Marchionne in un anno dovrebbe lavorare quanti anni? 100 anni o più? 
Fate voi un pò i conti!
Una cosa è certa.  Se per costruire un auto non c’è l’operaio che manualmente porta a compimento l’opera, “quella bella auto” rimane solo un “bel” disegno su carta. Stessa cosa si può dire che per costruire una bella villa, o un palazzo o un grattacielo, se non c’è il muratore, il manuale, comunque l’operaio edile ad eseguire i lavori, anche a decina di metri di altezza, quel progetto rimane solo un “bello” schizzo su carta. Ma così anche per qualsiasi altra grande e piccola infrastruttura che richiede poi in “concreto" per essere realizzata che ci siano persone che manualmente realizzano l’opera.
Secondo voi è giusto quindi che chi realizza materialmente un opera, guadagna un centesimo o millesimo di chi invece ha solo teoricamente realizzato la stessa opera su carta? Non è la differenza di stipendio che è sbagliata, è giusto che ci sia tale differenza, siamo in un sistema capitalista, ma è la troppa diseguaglianza tra gli stipendi delle varie categorie e dei tipi di lavoro dipendente che non va bene.

Ed ancora? Quanto guadagnano personaggi della TV sia pubblica che privata, mentre noi siamo “costretti” a pagare il canone? Ed i calciatori professionistici di massimo livello? Quest’ultimi guadagnano da qualche milione di euro fino a 5, 10, 15 milioni di euro all'anno ed anche di più. Non c’è l’ho con i calciatori o con gli altri sportivi milionari, anzi mi piace il calcio e lo sport in generale, ma questo non vuol dire che mi piace <questo sistema>. 
Noi “comuni mortali” per guadagnare la cifra che guadagnano “loro” in un anno dovremmo lavorare qualche centinaio di anni. Se poi vogliamo vedere e toccare quei soldini tutti insieme, oltre a lavorare per 100 e più anni, “Padre Eterno” permettendo, non dovremmo nemmeno spenderli, cioè né mangiare, né bere e nemmeno andare al bagno!

Questa è giustizia economica?
Questa è giustizia sociale?
QUESTA è GIUSTIZIA MORALE?

Il paragone si è voluto limitare solo ad un anno di reddito di questi stipendi esorbitanti rispetto ai nostri “stipendini”, figuriamoci se facciamo i conti per tutti gli anni…..! Dovevamo essere su questo pianeta a lavorare da quando? Già da oltre 2000 anni fa? Cioè prima dell’avvento del “Messia”? “Fooorse” oggi avremmo potuto avere anche noi tanti milioni di euro… però l’euro “allora” ancora non esisteva…..!

Mi fermo qui, altrimenti se consideriamo la situazione a livello mondiale, ci sono pochi, per fortuna, grandi ricchi dell’intero pianeta, che guadagnano in un anno il corrispondente PIL di una nazione, mentre in quegli stessi Stati dove ci sono questi “magnati” c’è gente che muore di fame. Rispetto a questi sceicchi, ai padroni dell'oro nero, ai proprietari di multinazionali, ai capi di imprese finanziarie, ecc....., le categorie milionarie citate precedentemente in questi post, sia nel pubblico che nel privato, risultano addirittura dei “poverini”!

Così si esce fuori da ogni proporzione che nemmeno la matematica “scienza esatta” riesce a spiegare!

Ma, la ricchezza di un pianeta, non dovrebbe appartenere a tutti e non a pochi?
Mi sa che abbiamo <sbagliato mestiere e pure pianeta>!

Alla prossima

Dite la vostra!

Per Cambiare la Nostra Italia

Roberto 

0 commenti:

Posta un commento