http://www.cambiamolanostraitalia.org/

martedì 15 ottobre 2013

Ecco le cose che non funzionano in Italia – Stipendi (prima parte)

Mentre nella politica italiana all’inizio di questo mese è successo di tutto con la Resa dei conti tra PD e PDL ed all’interno dello stesso PDL, con l’ennesimo “ripensamento” e colpo a sorpresa di Berlusconi che mercoledì 2 ottobre ha votato la fiducia al Governo Letta, praticamente abdicando come si sente dire in giro, rafforzando in questo  modo almeno in “apparenza” la grande intesa PD e PDL, mentre le intenzione erano ben altre…. riprendo il discorso che ho iniziato nell’ultimo post di settembre Ecco le cose che non funzionano in Italia – Stipendi ed Euro .

L’argomento che tratterò in questo post saranno gli stipendi. Come già anticipato nel post precedente Ecco le cose che non funzionano in Italia – Stipendi ed Euro da quando è subentrato l’euro gli stipendi medi e della maggior parte dei lavoratori dipendenti si sono “sgonfiati”. Lo stipendio medio in genere si aggira intorno ai 1000 euro e poco più al mese, riferendomi alla maggior parte dei lavoratori dipendenti sia pubblici che privati. Stipendio, a detta di tutti, non basta il più delle volte, per arrivare a fine mese, ovviamente la situazione è diversa da soggetto a soggetto, in base alla propria famiglia ed ai propri consumi e spese. Il paradosso è che però ci siano persone che invece guadagnano migliaia di euro al mese e milioni di euro all’anno. 
E’ giusto che ogni persona guadagni in base al proprio lavoro, titoli e responsabilità, ma è ingiusto che la sproporzione tra i vari stipendi sia così esagerata. Questo incide anche sulla pensione, con persone che con quarant’anni e più di contributo prendono meno di 1000 euro al mese se va bene, altri invece prendono poco più di 500 euro di pensione al mese, rispetto poi a persone che prendono, 3,4,5 ed anche oltre i 30 mila euro al mese.

Escludendo i politici, che di sicuro non sentiranno e non toccheranno mai con mano la crisi economica che stiamo vivendo tutti, per gli stipendi esagerati prima e pensioni strabilianti dopo che percepiscono, di cui si è parlato e riparlato. Ci sono molti altri che incassano guadagni enormi che fanno raccapricciare chi guadagna 1000 euro al mese. Infatti ci sono presidenti e dirigenti di Enti Statali, Corte di cassazione, Corte Costituzionale, Magistratura, capi e dirigenti delle forze armate, ma anche di molte società pubbliche e parastatali, che guadagnano in un anno quello che guadagna un lavoratore dipendente in 30-40 anni.

Questa è giustizia economica?
Questa è giustizia sociale?
Questa è giustizia morale?

Dite la vostra!

Per Cambiare la Nostra Italia

Roberto 

0 commenti:

Posta un commento