http://www.cambiamolanostraitalia.org/

sabato 7 aprile 2018

Notizie dall’estero < su economia e pensioni dell’Italia > del dopo voto delle politiche italiane del 4 marzo 2018

Questo post è una “postilla” conclusiva alla discussione e al contesto per ciò che ha riguardato il dopo voto delle politiche italiane del 4 marzo 2018.
Sono notizie provenienti dall’estero sull’economia e sulle pensioni italiane!

La prima riguarda le pagelle semestrali da parte della UE (La pagella Ue all'Italia....), arrivate “puntuale” a soli tre giorni dopo il voto delle politiche italiane del 4 marzo scorso, ed il giudizio sull’economia italiana che è cresciuta, ma molto meno rispetto al resto dei paesi europei. Mentre chi sa perché prima del voto, sia all’interno che fuori dai nostri confini si parlava dei balzi avanti della nostra economia!!!
Erano “bugie” di condizionamento prima….. o stupidaggine dopo…?


Una cosa è certa. L’Italia è sì scresciuta perché era in “scia” alla crescita più evidente degli altri paesi europei, ma il <pilota italiano> purtroppo, non ha sfruttato tale scia per accelerare e fare il sorpasso nel momento giusto, accontentandosi invece di rimanere dietro…. trainato dai “bravi” che si trovavano e si trovano ancora davanti a noi......!
E se l’economia italiana non farà “davvero” dei passi avanti, rischia di innescare l’attivazione delle cosidette e “famose” clausole di salvaguardia, tra cui aumento dell’IVA, manovra correttiva, ecc… ecc… una “rogna” per il governo che ha da formarsi!

Ma come sempre… la domanda nasce spontanea…. Come mai queste valutazioni sono arrivate “solo” e subito dopo il voto del 4 marzo? E non è prima?
I sei mesi “cadevano” giusto a marzo…. ed allora mi domando…. anche la data del voto è stata “diligentemente” studiata?  

Questo il primo appunto, vediamone un altro che riguarda l’occupazione, notizia sempre dopo il voto del 4 marzo scorso.
Mentre nella UE nell’ultimo trimestre 2017 l’occupazione è aumenta dello 0,3%, invece in Italia ha avuto una battura di arresto del - 0,3% (Lʼoccupazione sale nellʼUe solo lʼItalia calo a fine 2017). Notizia sempre dopo e mai prima del voto!
A febbraio (Elezioni Politiche del 4 marzo 2018 – Gli “atteggiamenti” italiani) le notizie “stranamente” erano “economicamente” tutte positive ed ottimistiche!

Infine un'altra notizia e non di poco conto ed ancora una volta post voto, sempre dello scorso mese di marzo, è l’intervento del FMI (Fmi bacchetta l’Italia....), che mette in guardia l’Italia dal rivedere o abolire la legge Fornero sulle pensioni, invece addirittura chiede di rivedere le pensioni attuali che vengono “addirittura considerate alte”, le pensioni di reversibilità, le tredicesime ed eliminare la quattordicesima!!!
Mi verrebbe da dire.… vabbè lo dico…. Ho la sensazione che “qualcuno e più di qualcuno ” con questo <problema> delle pensioni italiane….. spera e sperano (in Italiana diciamo <tirano i pedi>) che “morissero” tutti i pensionati italiani, i più longevi, così in un “colpo solo” viene risolto la preoccupazione delle casse dell’INPS, del debito pubblico, di deficit ecc… poiché per queste “personalità” vengono prima i conti e poi la vita delle persone! 

Conclusione, ribadisco come più volte ho scritto nei miei post incluso questo, ci sono notizie che arrivano tempestivamente “prima” nel momento opportuno per condizionare le scelte di “qualcosa e di qualcuno”, che non è altro una DISINFORMAZIONE enfatizzata, per poi smentirsi “magicamente” dopo, quando però poi la verità viene comunque a galla!

Alla prossima    

Cambiamo La Nostra Italia
Roberto Di Stefano  

0 commenti:

Posta un commento