http://www.cambiamolanostraitalia.org/

lunedì 28 novembre 2016

4 dicembre 2016 “Referendum popolare confermativo sulla riforma costituzionale” – SI o NO alla riforma Renzi-Boschi? (seconda parte)

Continuiamo quanto iniziato al post precedente, Referendum 4 dicembre 2016 - SI o NO alla riforma Renzi-Boschi? (1° parte), sulle modifiche previste con la riforma costituzionale del  DDL Boschi.

Diciamo però che non tutte le modifiche sono negative….! Una positiva è l’introduzione  del referendum “propositivo” previsto dall’art. 71 della Costituzione testo modificato. Però dobbiamo dire, sempre a proposito dei referendum, che purtroppo sempre all’art. 71 della Costituzione testo modificato, viene innalzato il numero della raccolta di firme per indire un referendum da 50.000 a 150.000 elettori.
Altra modifica discutibile è all’art. 79 della Costituzione testo modificato, dove sull’amnistia e l’indulto è prevista la decisione solo della Camera dei deputati, mentre nel testo vigente che si vorrebbe modificare con questa riforma costituzionale, la competenza attualmente è sia della Camera dei deputati che del Senato della Repubblica.
Ma procediamo.
Altra competenza “esclusiva” prevista dalla riforma costituzionale Renzi-Boschi, che l’approvazione delle leggi di bilancio e del rendiconto consuntivo presentati dal Governo (art. 81 della Costituzione testo modificato) spetterà solo alla Camera dei deputati!
Il dubbio mi assale….. Allora a che serve il Senato della Repubblica? Se avrà solo competenze secondarie di poco conto…… escludendo quella dove partecipa all’elezione del Presidente della Repubblica (art. 83 della Costituzione testo vigente) ed alla nomina di due membri della Corte Costituzionale (art. 135 della Costituzione testo modificato)!
Eppure i membri del Senato della Repubblica avranno gli stessi privilegi di garanzia previsti dall’art. 68 della Costituzione testo vigente, che garantisce l’immunità parlamentare sia ai deputati sia ai senatori e che non cambierà con la riforma costituzionale messa a referendum dell’ormai prossimo 4 dicembre 2016!  
Vabbèh… diciamo che c’è stata una svista!
Ma a proposito dell’immunità parlamentare, per procedere nei confronti del Presidente del Consiglio e dei Ministri, per i reati commessi nell’esercizio delle loro funzioni, chi ha il diritto a dare l’autorizzazione a procedere secondo le norme stabilite con legge costituzionale? Ovviamente solo la Camera dei deputati (art. 96 della Costituzione testo modificato)! Ed il Senato della Repubblica? Ancora una volta starà a guardare!  
Chiudiamo questa seconda parte sulle modifiche sostanziali previste dalla riforma costituzionale Renzi-Boschi per quanto riguarda i pro e i contro di questa riforma, con la modifica all’art. 99 della Costituzione che sancisce l’abrogazione del CNEL (Consiglio Nazionale, dell’Economia e del Lavoro) organo di consulenza delle Camere e del Governo in materia economica e sociale!
<Non credo che abolendo il CNEL si sana il bilancio dello Stato italiano>!
I “buchi” da tappare dello sperpero di denaro pubblico sono altri e molto più grandi!

Concludiamo con l'ultimo post che riguarda le modifiche previste dalla riforma costituzionale del DDL Boschi al Titolo V della Costituzione italiana:
Referendum 4 dicembre 2016 - SI o NO alla riforma Renzi-Boschi? (3° parte)

Ecco di nuovo i link per vedere le modifiche costituzionali previste dal DDL Boschi:

Cambiamo La Nostra Italia
Roberto Di Stefano  

0 commenti:

Posta un commento