http://www.cambiamolanostraitalia.org/

martedì 22 novembre 2016

Premessa per il prossimo Referendum sulla Riforma Costituzionale Renzi-Boschi del prossimo 4 dicembre 2016

Nel post precedente Il Ricatto dello Spread all’Italia sul Referendum Costituzionale ho accennato al Referendum del prossimo 4 dicembre 2016 per quanto riguarda la Riforma Costituzionale Renzi-Boschi. Da precisare che è un voto referendario e non un voto al governo italiano, cioè non deve essere considerato un voto Pro o Contro il governo Renzi.

Sebbene Matteo Renzi, ha sbagliato, come lui stesso ha ammesso, personalizzando mesi fa questo Referendum, ricorrendo direttamente al popolo italiano per avere la “Fiducia” per continuare con le "sue" riforme “necessarie” al paese Italia. Ma stavolta è più complicato rispetto alle diverse volte che ha chiesto la “fiducia” ai parlamentari su alcune leggi del suo governo, convincendo sempre quest’ultimi a votare alla fine a “suo favore” con la minaccia di nuove elezioni e con la conseguente perdita delle poltrone……!
Con il popolo italiano sarà diverso…….. nonostante la minaccia dello SPREAD, delle agenzie di rating, della BORSA e delle pressioni europee ed internazionali che premono per influenzare ed indirizzare gli italiani verso.... il "SI".

Lo stesso Presidente del Consiglio Matteo Renzi, pur di convincere gli italiani a votare a favore della riforma costituzionale, si è messo contro la politica economica di austerity e dei migranti dei “burocrati” europei e del presidente della commissione Junker! 
Ma chi sa se è vero o no?  Oppure è tutto un bluff una messinscena?

Inoltre Renzi ancora una volta è ricorso alla  “mancietta” ai bonus a disposizione!
Come in elezioni passate era ricorso al bonus degli 80 euro (80 euro ed elezioni Europee) anche stavolta per convincere gli italiani a votare SI, in particolare per convincere i giovanissimi appena diciottenni ma l’età gusta per votare…… “SI” ha adottato ed è già in vigore il Bonus Cultura che prevede un bonus di spesa di 500 euro da assegnare ai diciottenni!


Ed ancora Matteo Renzi, sta facendo pressing sugli italiani all’estero a votare a favore del SI!
Ma è normale che un “italiano all’estero” deve decidere sulle leggi che poi dovranno osservare solo gli italiani in Italia?

D’altro canto non si può negare però, che dall’altro lato della barricata..., tutti i politici dell’opposizione ed anche parti di quelli che sostengono il governo, vedesi minoranza dem, sono a favore del NO, che quindi Renzi, in un certo senso, si trova tutti contro. Questo non vorrà dire che se vince il NO devono esultare Berlusconi, D’Alema e compani…., NON è assolutamente un voto a favore “loro” e né un voto contro Renzi, ma è un voto importantissimo sulla riforma della nostra Costituzione e come tale dovrà essere considerato.  

Ed ora iniziamo con la prima parte del post su quello che prevede la riforma costituzionale del DDL Boschi:


Cambiamo La Nostra Italia
Roberto Di Stefano  

0 commenti:

Posta un commento