http://www.cambiamolanostraitalia.org/

lunedì 8 aprile 2013

I giorni passano... ed i politici dormono...

Dopo una breve pausa dove sono ritornato a parlare ed a confermare la "non" regolarità dei casinò online, dopo l'ennesima "fregatura" (Aggiornamento altre “fregatura” Casinò Online – Gioco di Affari Tuoi), riprendo in questo mese di aprile con questo nuovo post a riparlare di politica ed ha che punto siamo con il nuovo governo o meglio non governo.

Sono passati ormai più di 40 giorni dalle Elezioni Politiche del 24 febbraio scorso, e come sapete tutti e com'era prevedibile,  tutt'oggi non c’è ancora nessun governo dopo il tentativo di Bersani di trovare un accordo con il movimento a 5 stelle, ma niente di fatto.

Così il nostro Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, non trovando via di uscita allo stallo attuale della politica, ha deciso di nominare 10 saggi che dovrebbero sondare i punti comuni che possono avvicinare le varie fazioni politiche e le riforme e provvedimenti urgenti da fare subito, ma che forse realmente serve solo a prendere tempo ed a rinviare il problema ad altri.

Intanto quindi il governo che rimane in carica è ancora quello tecnico di Monti.

Può darsi che con il governo Monti l'immagine e la credibilità dell’Italia sia migliorata, ma io credo che per gli altri paesi esteri della credibilità della nostra Italia non gli può fregar di meno, l'importante che il nostro paese applichi le disposizioni che gli vengono imposte dall'unione europea, affinché paghi il suo debito, che contrariamente ai sacrifici chiesti ai cittadini italiani ha continuato ad aumentare per tutto il 2012, peggiorando di fatto la già difficile situazione economica.

Ancora una volta, come succede spesso nella vita, si è dato più importanza all’esteticità ed all’apparenza esterna più che alla sostanza ed al contenuto per cercare di porre freno alla decadenza economica del paese.

Infatti, appunto con il governo attualmente ancora in carica, può darsi che l’immagine dell’Italia agli occhi degli altri paesi europei ed internazionali sia migliorata, con diminuzione dello spread, però non si sa  a che è servito se poi la recessione economica italiana è continuata a peggiorare, con caduta dei consumi anche quelli di prima necessità, perdita potere di acquisto dei redditi, chiusura di migliaia di aziende piccole e medie nell’ultimo anno, con conseguentemente aumento della disoccupazione, infatti dalle ultime stime risulta che c'è stato Oltre 1 milione di licenziati nel 2012.

Tutto questo per fare cosa? Rispettare il Fiscal Compact? Il cosiddetto Patto di Stabilità Europeo?

Ma che cos’è il Fiscal Compact?

Ecco cos'è il Fiscal Compact



Dite la vostra!

Per Cambiare la Nostra Italia

Roberto 

0 commenti:

Posta un commento